Giulio Castagna
Owner, B&B Casazze Dream

“Chi viene da noi viene a convivere da noi, perché il nostro è un vero bed and breakfast, nel senso che noi viviamo qua, quindi l’ospite interagisce con noi, e l’empatia, la sintonia, il piacere di stare con noi è fondamentale, e idem noi lo cerchiamo quando siamo ospiti in casa d’altri.”

Chi è Giulio di B&b Casazze Dream

Gestore e proprietario diretto insieme alla moglie del Bed and Breakfast Casazze Dream, aperto come seconda attività lavorativa per fronteggiare la famigerata crisi si ritrova ad essere un appassionato imprenditore che riesce ad organizzare la sua struttura occupandosi di ogni minimo particolare per offrire ai suoi ospiti un soggiorno il più possibile familiare e farli sentire a casa nel migliore dei modi. 

B&B Casazze Dream si trova in un borgo della campagna mantovana. Nel raggio di 18 km troverete Mantova. Vi accoglierà Giulio in un ambiente famigliare dove potrete godere della sua simpatia e magari di una buona crostata della moglie Donatella.

L’importanza della Disintermediazione e il “Billboard Effect” delle Ota

Giulio, il proprietario di B&B Casazze Dream ha capito che l’ospite al giorno d’aoggi, navigando in rete, sfrutta quello che in gergo è chiamato il “Billboard Effect”. Riesce facilmente a disintermediare con la gestione separata delle tariffe, può, infatti, mantenere una tariffa diretta sul suo sito web e un’altra per i diversi portali Ota a cui è iscritto.

Sempre di più si sceglie di prenotare direttamente sul sito web della struttura, dove si arriva dopo aver fatto una serie di ricerche, magari, anche di riflesso sui portali stessi, come Booking.com, che fanno appunto da vetrina.

L’ospite finale, sceglierà quindi di soggiornare dove vede la tariffa più vantaggiosa e anche un servizio in più offerto a chi prenota in maniera diretta.

Grazie all’utilizzo del Channel Manager e il Booking Engine integrato, Giulio riesce facilmente a gestire le prenotazioni provenienti dai vari canali Ota, offre così un servizio migliore e non ha più l’incombenza di dover gestire l’arrivo di prenotazioni nel cuore della notte o mentre si trova in giro in macchina e doversi per questo giustificare con l’ospite.

 

Un sistema completo è la base per le attività quotidiane di una struttura ricettiva

Per Giulio Booking Light è diventato essenziale ed indispensabile, poiché riesce ad avere la struttura “a portata di mano” nel vero senso letterale del termine, dice testualmente infatti: “io lì ho tutto”. 
Ha capito anche l’importanza del possedere i dati dei clienti, una volta terminato il soggiorno in struttura. Sa di non poterne più fare a meno, anche per coltivare la futura relazione con gli ospiti.

Grazie a Booking Light, quindi, può stare tranquillo.

Riesce ad avere tutta la struttura sotto controllo: dove vuole, quando vuole.

BookingLight è comodo, innanzitutto è estremamente intuitivo, e non è poco perché non tutti si chiamano Steve Jobs, quindi come prima cosa …uno deve capire velocemente cosa deve fare, come lo deve fare.”

Pur non avendo una preparazione abbastanza adeguata in campo 
informatico, è riuscito ad apprendere in poco tempo l’utilizzo di un sistema 
gestionale integrato come BookingLight.

Grazie anche ad un supporto costante da parte dei servizi di supporto
gratuitamente offerti dal team di Booking Light, “sempre disponibili ad 
accettare consigli e a migliorarsi” dice Giulio di B&b Casazze Dream. 
Questo per lui è stato un forte valore aggiunto e requisito davvero 
indispensabile nella scelta di un gestionale che si adatti alle sue esigenze.

Sistema di pagamento flessibile

Booking Engine e Channel Manager integrati nel Pms

Attenzione ai clienti

E’ stato essenziale, necessario, a meno che uno non volesse finire in neurologia, perché mi ha tirato fuori da una montagna, e di più, di guai […] in qualsiasi posto io mi trovassi dovevo fermarmi e chiudere la stanza su tutti gli altri portali per evitare il maledetto e terribile overbooking.[…] E invece con un gestionale come il vostro tutta questa problematica è venuta a mancare per fortuna, la parola overbooking non esiste più, e non è poco, perché essere in overbooking vuol dire dare un pessimo servizio, l’ospite che ti prenota e dopo 10 minuti è qua tu gli devi dire “scusa ho sbagliato, la stanza non c’è!” è un guaio.

Guarda la video intervista completa di Giulio che racconta della sua struttura, ma sopratutto della sua avventura, oppure leggi la trascrizione sotto!

Elena

Account Manager
Booking Light

Giulio e Tella

Owner
B&B Casazze Dream

www.bbcasazzedream.com

Leggi la trascrizione di seguito...

Elena – BookingLight – Allora io direi di iniziare se sei pronto, se siamo pronti, quindi direi di incominciare.

Giulio – Dai proviamoci.

Elena – BookingLight – Ti direi di iniziare parlando di te, della tua struttura, com’è nata e da quanto tempo hai intrapreso questa attività.

GiulioPiù che un’attività è un’avventura, il bed è aperto… abbiamo aperto il bed il 16 agosto del 2010, quindi abbiamo fatto i sette anni. Nasce, siamo un po’ figli della crisi, della serie dobbiamo inventarci qualche cosa d’altro, lo gestiamo io e Donatella, Donatella è mia moglie, ed entrambi abbiamo un altro lavoro, e siamo in campagna praticamente, nella campagna mantovana, al centro di un quadrilatero ai cui vertici abbiamo il lago di Garda, Verona, Mantova e Cremona, ecco noi siamo lì in mezzo. E niente, abbiamo deciso di metterci in gioco e abbiamo aperto il Casazze Dream, tutto qua.

Elena – BookingLight  Che cos’è un agriturismo?

GiulioÈ un bed and breakfast.

Elena – BookingLight  Mi allaccio insomma a quello che hai detto e ti dico qual è la sfida di ogni giorno per portarlo avanti da dove hai iniziato questa avventura, è così no, è stata quindi un po’ una scoperta, quindi dopo questi sette anni che cos’è che ti spinge ad andare avanti.

Giulio – Beh è una sfida, nel senso le condizione un po’ cambiano, la tipologia degli ospiti cambia e quindi bisogna sempre stare, come si suol dire, sul pezzo, e di conseguenza il lato bello è la sperimentazione e cercare sempre di migliorarsi dando un servizio sempre al top ecco, che è essenziale, vitale.

Elena – BookingLight – Okay e dal momento che, dici tu, sempre migliorarsi, come hai affrontato l’utilizzo di un software gestionale come Booking Lightmi allaccio subito alla domanda…

Giulio  Eh è stato essenziale, necessario, a meno che uno non volesse finire in neurologia, perché mi ha tirato fuori da una montagna, e di più, di guai, perché prima cosa succedeva, cioè penso come tante altre strutture si è registrati in diversi portali di prenotazione, Booking, HRS, Expedia eccetera, e quindi cosa succedeva che arrivava la prenotazione da HRS, in qualsiasi posto io mi trovassi dovevo fermarmi e chiudere la stanza su tutti gli altri portali per evitare il maledetto e terribile overbooking. Una volta che avevi fatto tutto questo lavoro, quindi ricordarsi tutte le password, tutti i siti, tutto quanto, magari il cliente aveva cambiato data e tu dovevi ripetere tutto. Alla notte, ti arrivava la prenotazione di notte panico. E invece con un gestionale come il vostro tutta questa problematica è venuta a mancare per fortuna, la parola overbooking non esiste più, e non è poco, perché essere in overbooking vuol dire dare un pessimo servizio, l’ospite che ti prenota e dopo 10 minuti è qua tu gli devi dire “scusa ho sbagliato, la stanza non c’è” è un guaio.

Elena-BookingLight – Quindi eviti brutte figure.

Giulio  Sì.

Elena-BookingLight Questo grazie all’utilizzo del channel manager però.

Giulio – Esatto.

Elena-Bookinglight – Il channel manager con quanti OTA sei collegato, con quanti canali sei collegato e come ti trovi?

Giulio – Beh abbiamo i principali, Booking, HRS, Airbnb, Expedia, boh, e poi penso… comunque questi sono quelli che per quanto ci riguarda funzionano.

Elena-BookingLight- E il migliore qual è secondo te di tutti questi quattro che hai nominato?

Giulio- Il migliore sarebbe quello che fa pagare la commissione più bassa ma non esiste. Allora sicuramente il brand più conosciuto è Booking.com, questo è fuori discussione.

Elena-BookingLight – Senza dubbio.

Giulio Però è un salasso.

Elena-BookingLight – È una domanda abbastanza scontata.

Giulio – Sì abbastanza.

Elena-BookingLight  Certo, in Italia è così poi. E invece a parte il channel manager, Booking Light come l’hai trovato come gestionale per quanto riguarda tutte quelle altre cose che ti occorrono per la gestione della struttura, quindi l’utilizzo del C-59, se lo utilizzi, il file alloggiati.

Giulio – Beh è comodo, innanzitutto è estremamente intuitivo, e non è poco perché non tutti si chiamano Steve Jobs, quindi la cosa deve… uno deve capire velocemente cosa deve fare, come lo deve fare. Il fatto che in un portale io possa gestire tutta la prenotazione, sia quella che arriva dagli OTA sia le prenotazioni che arrivano direttamente via mail, o direttamente dal sito, non è poco perché io lì ho tutto, riesco a mandare via direttamente in questura quando arriva l’ospite, che facciamo il check-in, parte in automatico la registrazione, posso vedere nell’arco della settimana, del mese, dell’anno che occupazione ho delle stanze, quindi anche avere una gestione economica, e non è da poco, e hai proprio un controllo, hai la tua per i tuoi clienti dove se vuoi fare delle mailing list, cioè ti puoi sbizzarrire ecco, diciamo che il cliente se prima con Booking era perso, cioè nel momento in cui va via è persotutto ciò che arriva direttamente, o tramite il sito nostro o tramite la telefonata, che hai quindi i dati, è un cliente che lo puoi coltivare oltre il soggiorno, e questo grazie a questo portale dove è un po’ la mia banca dati, tutta la mia storia.

Elena-BookingLight- E puoi facilmente disintermediare, no?

Giulio – Esatto.

Elena-BookingLight- Cioè svincolarli dai canali quelli consueti come Booking.com che dicevamo prima.

Giulio – Soprattutto ora, questo è importante, perché è un messaggio che fa fatica a passare, cioè che anche in Italia non c’è più l’obbligo della stessa tariffa tra il Booking.com e la struttura, e molti ospiti questo iniziano a capirlo, cioè probabilmente questa voce lentamente sta girando, e quindi di tanti ospiti, uno è successo un paio di ore fa, che cosa fanno, cercano sì su Bookingo sui vari portali di prenotazione, però poi sapendo che noi struttura non abbiamo più il vincolo sanno che prenotando direttamente, quindi andando direttamente sul sito della struttura possono avere per lo stesso periodo un prezzo più favorevole, e questa non è una cosa di secondo piano assolutamente.

Elena-BookingLight- Qui entra in gioco la bravura del gestore, della struttura, quindi creare offerte che magari vanno ad incentivare alla prenotazione diretta, no?

Giulio – Sì però il bello è che…

Elena-BookingLight- Ad utilizzare, scusa se ti interrompo, degli strumenti come tu hai un sito Web…

Giulio – Sì.

Elena-BookingLight – Magari ricordiamo nel tuo sito Web per chi ci ascolta.

Giulio – Che è www.bbcasazzedream.it.

Elena-BookingLight- E il tuo sito Web è collegato con il nostro PMS,Booking Light tramite il Booking Engine.

Giulio Esatto.

Elena-BookingLight- Da lì si può prenotare direttamente, giusto?

Giulio E lì si può prenotare, ma soprattutto la cosa interessantissima del vostro sistema, del Booking Light, è che io posso creare due tariffe, cioè una che va sugli OTA, dove ovviamente pagherò la commissione all’OTA, e un prezzario riservato alla prenotazione che mi arriva direttamente, e questo lentamente, questo giochino tra virgolette l’ospite, l’utente che ha magari un attimo di tempo nel pianificare le proprie vacanze, o il proprio weekend, lo sa, inizia a saperlo, e quindi avere la prenotazione diretta sul proprio sito tramite Booking Light è un valore aggiuntoquesto è fuori discussione, perché poi si hanno tutte quelle informazioni dell’ospite utili per un discorso di mailing list, di eventi, di tutto ciò che si vuole fare in struttura.

Elena-BookingLight- Certo, tanto la prenotazione diretta è diversa da una prenotazione che arriva, è anche un po’ più… quelle che arrivano dalle OTA sono un po’ più fredde, magari si aspettano, leggendo le recensioni sul Web, si aspettano determinate cose piuttosto che altre, invece con un contatto diretto anche con il gestore si andrà più in contatto già con il luogo dove si andrà a soggiornare, quello che si andrà a fare. Non so per esempio che tipo di clientela hai tu, cioè che tipo di ospiti nella tua zona ci sono?

Giulio- Nell’arco dell’annata praticamente passa il mondo, cioè dipende dal periodo, nel periodo estivo c’è proprio il discorso turistico allo stato puro che va proprio di tutto, per dire in questo momento abbiamo degli israeliani e degli americani, e grazie a Internet, grazie a tutti questi sistemi non esiste più un posto sconosciuto o introvabile o che non possa avere delle chance, assolutamente. Dipende molto da come uno si può presentare, è questa la differenza. Quindi la nostra clientela varia proprio e va dal personaggio famoso che vuole un angolo tutto suo al dipendente che sta cercando un posto tranquillo dove andare a dormire ecco.

Elena-BookingLight – E ti posso chiedere invece te quando viaggi, non so se sei solito uscire dalla tua struttura per andare in altre…

Giulio  Beh è da fare, è da fare.

Elena-BookingLight – Se riesci ad andare in vacanza quando soggiorni in altre strutture, simili alla tua o comunque…

Giulio- Certo.

Elena-BookingLight – La prima cosa che noti nel gestore…

Giulio È l’accoglienza, è la prima cosa, è quello che fa la differenza se sarà una bella vacanza, sarà un bel weekend, sarà un ottimo soggiorno o se sarà qualcosa di freddo, sono i primi cinque minuti che sono a mio avviso determinanti, lì ci si gioca tutto, l’empatia è… soprattutto per chi va in un bed and breakfast che noi ovviamente avendo un bed amiamo andare a vedere tra virgolette la concorrenza, è inevitabile, e quindi come chi viene da noi viene a convivere da noi, perché il nostro è un vero bed and breakfast, nel senso che noi viviamo qua, quindi l’ospite interagisce con noi, e l’empatia, la sintonia, il piacere di stare con noi è fondamentale, e idem noi lo cerchiamo quando siamo ospiti in casa d’altri.

Elena-BookingLightE mi riallaccio al discorso dell’utilizzo di Booking Light, se lo dovessi consigliare a qualcuno, cioè un gestionale o un po’ uno strumento come un PMS integrato con il channel manager e il Booking Engine, ad un tuo collega, che cosa gli diresti?

Giulio- Di farlo. Allora, primo, una cosa che avete… perché prima di scegliere voi è inevitabile uno ha studiato anche altri, un fattore non secondario vostro è che per esempio voi non avete un abbonamento fisso annuale, con disdetta sei mesi prima mandando 18 raccomandate. È bellissimo anche il sistema del pagamento piccolo ogni mese, e non è poco perché una struttura dice vabbè io ci provo, non mi piace, non funziona, mi sono rotto le scatole di avere un bed, chiudo baracca e burattini, tolgo la carta di credito e tutto si chiude. Altri sistemi, i vostri concorrenti a) non avevano tutti i vostri servizinon avevano questo vostro sistema di pagamento, la cosa che ho apprezzato tantissimo è che accettate i consiglinon che il consiglio che dà Giulio debba essere legge però li ascoltate, magari certi vengono fatti, li valutate. Si interagisce molto e questo è bello, si fa gruppo, e questo è un valore aggiunto.

Elena-Bookinglight- Grazie, perché uno cerca sempre di migliorarsi, nel senso non si va avanti da soli.

Giulio – Esatto.

Elena-BookingLight – Bisogna sempre sentire altre campane. Poi senza di voi nel senso noi non potremmo andare avanti, perché senza il lato diretto di chi lo utilizza tutti i giorni in prima persona noi non noteremo determinate cose.

Giulio  E noi senza di voi andremmo tutti a finire in psichiatria, cioè diamoci una mano.

Elena-BookingLight – Senti una cosa che faresti fare a chi viene in zona da te, un’attività, qualcosa che consiglieresti a chi soggiorna a BB Casazze Dream?

GiulioBeh chi soggiorna da noi ha due chance, dalla primavera sino alla fine di settembre o si fa dei grandi giri in bici o si va a vedere nel raggio di 50 km può toccare diverse città, appunto Verona, Mantova, Parma, Cremona, il lago di Garda, oppure si fa dei giri in bici qua, nella tranquillità della campagna mantovana, oppure sta in piscina a cazzeggiare. Beh un’altra cosa importante che si fa qua, che qua noi siamo da standing ovation, si mangia, si mangia e si mangia maledettamente bene.

Elena-BookingLight – Si mangia bene, lo so immagino, dici sempre che stai cucinando questo o quell’altro quando ci sentiamo.

Giulio Eh.

Elena-BookingLight- È così, immagino. Un’altra domanda personale, me l’hai detto prima che per te è un’avventura è stata intraprendere questa attività.

GiulioSì.

Elena-BookingLight – Ma da chi sei stato ispirato e da cosa sei stato spinto principalmente, a parte la crisi.

Giulio– Avevo 43 anni e la voglia di rimettersi in gioco ecco, e ribadisco noi non siamo in un punto vista lago, vista Palazzo di Mantova o Arena di Verona, noi siamo in mezzo al nulla e quindi è stata una sfida molto costruttiva personalmente, e poi il bed ha ripagato non tanto sotto l’aspetto economico ma sotto un aspetto proprio umano, nel senso noi siamo fermi e qua passa il mondo, il mondo inteso come nazionalità ma anche il mondo di pensieri, perché chi entra in un bed si spoglia della formalità e quindi nascono amicizie pazzesche con gente con le quali non avresti mai neanche osato valutarla, e invece è fantastico ecco. Quindi è un’esperienza per me molto molto importante. Bisogna essere portati perché il prezzo che si paga è la propria privacy, la propria libertà totale, però si può fare.

Elena-BookingLight – Va bene allora io ti ringrazio per tutto, ci aggiorniamo e vi aspettiamo al BB Casazze Dream.

GiulioE niente noi ci vediamo prossima volta, grazie.

Elena-BookingLight – Okay, grazie Giulio, ciao.

Giulio Ciao.

Prova anche tu BookingLight ed inizia subito ad organizzare meglio la tua struttura!

BOOKING LIGHT
  • Cos'è
  • Come sei organizzato
  • Come gestisci la tua struttura
  • Chi siamo
  • Accedi
TIPO DI STRUTTURA
  • Bed&Breackfast
  • Affittacamere
  • Agriturismo
IN EVIDENZA
  • Casi di successo
  • Notizie Utili

© 2018 Logica Solution - P.IVA 12891011004 -

Prova GRATUITAMENTE BookingLight