3 modi per offrire esperienze autentiche

3 modi per offrire esperienze autentiche

3 modi per offrire esperienze autentiche

"Dottor Jones, abbiamo sentito parlare molto di lei: professore di archeologia, esperto di occultismo, e, come dite voialtri? Ricercatore di antichità rare..."

Magg. Eaton, ne ”I predatori dell’arca perduta”

Quando, nell’inverno del 1981, Indiana Jones fece irruzione nelle sale cinematografiche italiane rimanemmo tutti a bocca aperta!
Mai si era visto un film con una trama così fitta di colpi di scena, così avventurosa e piena di misteri. Emozione, rabbia, felicità, tenerezza e spavento si rincorrevano continuamente, perfettamente cucite addosso ad Indiana Jones, magistralmente interpretato da Harrison Ford.

Ogni ragazzo di tutto il mondo iniziò a sentirsi un eroe esploratore, nacque la moda delle giacche di pelle, dei cappelli tipo Borsalino indossati con i jeans e di borse e borselli a tracolla, non potendo esibire la frusta, per ovvi motivi!

Insomma ognuno voleva assomigliargli: il mito del serio professore universitario con un’identità nascosta di eroe, fu condiviso nei sogni, ad occhi più o meno aperti, di un’intera generazione.

Pensa che solo 4 film tra il 1981 e il 2008 hanno generato un mito e… anche 2 miliardi di dollari ai botteghini dei cinema di tutto il mondo!

Ora se pensi che questo mito sia sfumato, sia caduto nel dimenticatoio come tanti altri miti di quegli anni ti sbagli di grosso!
Il mito dell’esplorazione non finirà mai perché è 
parte del DNA umano.

L’uomo prima che cacciatore nasce esploratore. E’ inutile che ti parli di Marco Polo o di Cristoforo Colombo, accettiamolo subito e andiamo avanti.

Il mondo dell’ospitalità sta riscoprendo questa vena.
Oggi i turisti non si accontentano 
più di andare in spiaggia e passare 15 giorni senza alzarsi dal loro lettino, per poi tornare alle loro grigie città senza avere null’altro da raccontare salvo: “mi sono riposato tanto, ho dormito tanto...”  Sì… ti sei stufato tanto!!!

Oggi i turisti si aspettano sempre di più dalle aziende del mondo dell'ospitalità

I consumatori hanno alte aspettative su come godersi  i viaggi sia nella struttura che li ospita, sia fuori.
Se lavori nell'ospitalità, probabilmente non passi un giorno senza sentire le parole "autenticità" e "esperienza" e ti domanderai spesso come fornire il mix perfetto agli ospiti.

Un ospite vive un’esperienza autentica quando mangia, si diverte e fa le stesse cose della gente del posto in cui si trova.

Secondo il recente articolo di Skift, un gran numero di aziende ha già colto il trend delle esperienze autentiche.
Le strutture ricettive devono costruire solide relazioni con i loro ospiti, sia se hanno intenzione di rimanere nella hall, sia che decidano di esplorare la città.

Ma rimane il dubbio su come creare effettivamente esperienze autentiche.

Naturalmente marchi come Hilton e Four Seasons possono permettersi di creare esperienze indimenticabili, hanno i soldi e la manodopera per creare progetti su larga scala.

Tuttavia, ci sono molte strutture più piccole che fanno un buon lavoro nel fornire esperienze. Non c’è bisogno di un ingente budget di marketing e di personale extra per offrire esperienze autentiche.
Basta avere un po’ di fantasia e cercare di sfruttare le particolarità della zona dove è ubicata la tua struttura.

L'importanza delle esperienze autentiche

Quando il tuo ospite si trova nella tua struttura, hai molta influenza su di lui.
Le tue stanze, i servizi e il personale hanno un grande impatto sul gradimento del soggiorno.
Il modo in cui trascorrono il loro tempo nella tua struttura influirà anche sulla valutazione del loro viaggio.

Quando il gestore di una struttura aiuta l’ospite nelle visite e nelle esperienze, suggerisce itinerari e consigli utili si rafforza la loro relazione e si pongono le basi per ottenere dall’ospite recensioni positive sulla rete e presso i suoi amici e parenti.

Se sei ben integrato nel tuo territorio vedrai che fornire esperienze personalizzate, anche collaborando con operatori locali, non sarà né difficile e né costoso.

Modi per fornire esperienze autentiche

Fornire visite guidate e facilitare le attività

Un modo semplice per offrire esperienze autentiche è organizzare dei tour e delle attività con gli esperti della zona.

Avere un concierge può essere utile per la tua struttura, ma avere a disposizione un servizio che porta gli ospiti in giro e li guida nelle visite è ancora meglio.

Ti faccio un esempio di un Host americano che dispone di 4 ostelli.
Ti accorgerai che non propone in primis l’ospitalità: tutta la comunicazione è incentrata sulle esperienze che i turisti possono vivere in quella zona. L’ospitalità viene in seconda battuta.

Apri questo link: International Travellers House.

Come vedi offrono attività quotidiane ai loro ospiti senza costi aggiuntivi.
Offrono una varietà di attività giornaliere tra cui ritrovi sulla spiaggia, gite in spiaggia, feste in barca ed escursioni. Offrono anche attività notturne tra cui pub crawl, falò sulla spiaggia, karaoke e altro ancora.

International Travellers House offre queste attività per migliorare l'esperienza degli ospiti e aiutarli ad incontrarsi. Trattandosi di ostelli, attirano molti viaggiatori singoli che vogliono conoscere nuove persone lungo la loro strada.
Offrire attività gratuite è considerato da molti turisti un punto di forza ed aiuta a differenziarsi dai concorrenti.

Ospitare le tue attività ti consente di creare una connessione personale e profonda con i tuoi ospiti.
Imparerai di più su di loro e aumenterai gli scambi di idee nei rapporti interpersonali.

Il mio consiglio è di valutare le attrazioni della tua zona, scindere tra quelle più popolari e quindi già inflazionate e quelle meno sfruttate e poi studia cosa puoi fare. Una volta stabilita la strategia contatta le istituzioni locali e vedi di trovare qualche Guida o qualche associazione che ti possa aiutare.

Ti faccio un esempio: se nella tua zona c’è un castello antico o una chiesa con affreschi duecenteschi, trova qualcuno che sia laureato in Conservazione di beni culturali o archeologia o in lettere antiche o meglio ancora che eserciti proprio l’attività di Guida Turistica e gli affidi il compito di far fare visite guidate ai tuoi ospiti. Se non riesci a trovare nessuno, puoi sempre condurre una ricerca approfondita personale e poi puoi fare tu da guida.

Come puoi vedere sia in questo caso che dalle attività di International Travellers House, non si richiede una quantità assurda di denaro per fornire un ottimo servizio agli ospiti!

Partner con società di tour locali

Crea relazioni con i tour operator locali così da creare una joint venture e promuovervi a vicenda.
Se non puoi assumere persone per portare i tuoi ospiti in tour, collabora con aziende esistenti ed otterrai una soluzione vantaggiosa.

Un’altra struttura, l’ Hostel 76 è partner di compagnie locali che organizzano tour per portare i loro ospiti in varie escursioni. Offrono tour delle cascate di Iguaçu, Itaipu Binational, Macuco e altro ancora.

Una partnership aziendale con chi organizza tour consente alla tua struttura di costruire un rapporto personale con gli ospiti. Un'idea potrebbe essere quella di contrattare per attività da offrire esclusivamente ai tuoi ospiti, attraverso attività personalizzate o sconti speciali.

Ricorda di creare attività basate sul mercato di destinazione della tua struttura. Devi offrire esperienze in linea con il tuo marchio.

Cioè se la tua struttura è in collina e frequentata da anziani per la purezza dell’aria e la tranquillità, è inutile che trovi una Guida specializzata in paracadutismo, salvo che non vuoi ricevere una grandinata di dentiere in giardino!! :-)))

Crea contenuti per tour autoguidati

Le guide della città sono ottime per attirare gli ospiti e intrattenerli dopo il loro arrivo. In qualità di esperti locali, puoi fornire itinerari, consigli e mappe della zona.

Puoi consigliare dei percorsi che gli ospiti possono effettuare da soli anche in concomitanza con i tour e le collaborazioni di cui sopra.

Non tutti i viaggiatori amano prendere parte alle attività di gruppo e i tour autoguidati offrono alle persone più libertà. Immagina ad esempio famiglie con più figli, magari piccoli, che hanno esigenze ed orari diversi dal gruppo, ma a cui piace comunque socializzare.

Usa la tua esperienza e il tuo team per creare guide che aiuteranno i tuoi ospiti a spostarsi facilmente.

Se la tua struttura si trova in una città il cui centro storico si deve girare a piedi, come per esempio Lucca, che ha un centro storico molto esteso, tutto in ZTL. Un’idea può essere quella di prendere una mappa e creare un percorso per gli ospiti per fare un giro per la città. Includi curiosità personali sulle varie particolari attrazioni, ristoranti o negozi, racconta se hanno un significato per te o per la tua struttura. I consigli tuoi e dei tuoi conoscenti ti aiuteranno a offrire ai tuoi ospiti un'esperienza più autentica.

Mantieni aggiornati i tuoi contenuti e otterrai il gradimento degli ospiti infatti, molto spesso, le informazioni online e i libri di viaggio non sono aggiornati costantemente.

In conclusione

Secondo la mia opinione personale, è sempre meglio fare turismo cercando di conoscere persone e usanze locali.
Molti viaggiatori vogliono sperimentare il lato più umano di una destinazione piuttosto che le visite alle attrazioni più conosciute.
I turisti vogliono conoscere le imprese locali, sbirciare nella cultura e provare a vivere qualche giorno come un nativo di quella zona.

Ora più che mai ci si aspetta che le strutture ricettive forniscano le competenze locali per adattarsi a queste nuove tendenze di viaggio.

Quando le strutture sono in grado di soddisfare le grandi aspettative degli ospiti, offrendo esperienze straordinarie, hanno l'opportunità di costruire relazioni solide e durature, con la concreta possibilità che gli ospiti ritornino nuovamente.

P.S.
Ti do un anteprima mondiale: il 9 luglio del 2021 uscirà Indiana Jones 5, esattamente a 40 anni di distanza dal primo film!

Come vedi, le mode cambiano, ma la voglia di esplorare (e di guadagnare!) non morirà mai…!!!

;-)